Uno stimolo per crescere

set 28th, 2017 | By | Category: Vita del Serra

Inaugurazione dell’anno serrano 2017-2018

Incontro solenne e festoso per il Serra Club di Viterbo, quando Lunedì 25 settembre il Presidente Marcello Bonotto ha dato inizio al nuovo anno serrano.

Il Vescovo di Viterbo, Cappellano del Club e sempre molto vicino ai Soci, ha celebrato la Santa Messa presso la Cappella del Seminario circondato dai tre nuovi Diaconi.

Ha ringraziato il Signore per il regalo dei tre Diaconi che ha ricevuto la Chiesa di Viterbo ed ha invocato la Madonna della Quercia, Patrona della nostra Diocesi, perché accompagni questi giovani e quelli che sono in formazione nel Seminario nell’arduo cammino della Vocazione. Ha ricordato che a Monterotondo esiste il Santuario dove si venera Santa Maria del Diluvio delle Grazie perché abbiamo proprio bisogno di questo diluvio per sostenere i giovani nel momento del loro passo più impegnativo.

Prendendo poi spunto dalla lettura del passo del Vangelo in cui il Signore dice che non si accende una lampada per nasconderne la luce, (San Luca, 11,33), il Vescovo ha invitato i Serrani a diffondere la luce della fede nel modo più ampio.

La missione dei Serrani, preziosissima per chiedere al Signore operai per la sua messe, deve essere conosciuta e diffusa. E in che modo? Innanzitutto collaborando in stretta sintonia con altre Associazione cattoliche e poi impegnandosi più concretamente nella Pastorale vocazionale della Diocesi, ad esempio. collaborando col Vicario e con i Parroci, a gruppi, per animare le ore di adorazione per le vocazioni che si svolgono nelle Parrocchie.

In questa occasione, suggerisce ancora Mons. Fumagalli, i Serrani avrebbero la possibilità di illustrare le finalità del Serra, di far conoscere lo spirito che li anima, di diffondere notizie sulla figura di San Junipero Serra fondatore della Chiesa nell’America del nord ed altro ancora.

In questo modo si possono fare conoscenze nuove con persone animate dallo stesso spirito, persone che possono essere invitate a partecipare alle iniziative del Club e, forse, a rinnovare ed incrementare il numero dei Soci. Sarebbe uno stimolo per crescere!

Altrimenti, ha aggiunto il Presule, se si resta chiusi in se stessi, oltre a sviluppare una negativa auto referenzialità, si rischia di implodere e di scomparire.

E’stato questo un richiamo garbato e paterno da parte di un Vescovo Amico e che è necessario seguire per dare nuovo slancio al Club e per non rischiare la chiusura per estinzione dei Soci. Da non dimenticare che questa è anche la preoccupazione in sede di Serra Italia, che purtroppo vede ogni anno una emorragia di Soci, dovuta soprattutto all’età ed alla staticità della loro attività.

Al termine, durante la conviviale a cui erano presenti quasi tutti i Soci, il Presidente ha illustrato il programma dell’anno, sottolineando che è stato concepito per rispettare il tema suggerito dal Presidente Nazionale del Serra Italia.

In calendario ci sono diversi incontri sia di formazione serrana, sia di formazione spirituale e, soprattutto, eventi tesi a fornire una più ampia conoscenza del nostro Movimento sul territorio, raccogliendo così l’esortazione del Vescovo.

ADOLFO GUSMAN

 

 

Comments are closed.