Tema per l’anno sociale 2017-2018

mag 2nd, 2017 | By | Category: Primo Piano

Presentazione del Tema per l’Anno Sociale 2017-2018 

“Nuovi linguaggi e nuovi gesti, credibili e concreti, per chiamanti e chiamati: il servizio del Serra a favore delle vocazioni”

Il tema che viene suggerito ai Serrani per il prossimo anno sociale 2017-2018 intende richiamare l’attenzione sul nostro impegno a “favorire le vocazioni”.

Tutti i cristiani, e i Serrani in particolare, sono impegnati ad essere “chiamanti”, come viene anche ribadito da Papa Francesco nel suo ultimo messaggio in occasione della 54a Giornata Mondiale di preghiera per le vocazioni, quando afferma: “Tutti i cristiani sono costituiti missionari del Vangelo”. Il Papa invita anche a volgere una particolare attenzione verso i giovani,i “chiamati” per eccellenza, promuovendo una serie di iniziative e di incontri che culmineranno nel “Sinodo dei giovani” indetto per il 2018. “I giovani, la fede e il discernimento vocazionale” è il titolo del sinodo, che richiede, come espressamente indicato dal Santo Padre, un accompagnamento dei giovani da parte di tutta la comunità cristiana,in un percorso di maturazione integrale, umana e spirituale, volta a scoprire il progetto di vita di ciascuno. Il messaggio è rivolto a tutti, chiamanti e chiamati, e aperto a ogni forma di vocazione.

Nel farci le sue proposte Papa Francesco ci dona un continuo esempio,semplice e concreto, di “nuovi linguaggi”e ci invita ad assumere atteggiamenti di apertura e di ascolto che necessariamente implicano pensiero, azione e “nuovi gesti”. Per usare le sue parole dobbiamo“pensare, sentire e fare!… usando il linguaggio della mente, del cuore e delle mani”.

Nell’affrontare il tema dell’anno poniamoci questi obbiettivi: entrare in sintonia con i giovani, capire ed usare il loro linguaggio, comprendere cosa risponda ai loro interessi e aspettative, fare qualcosa concretamente per loro e renderli protagonisti, il tutto accompagnandoli nella ricerca della fede e del loro progetto di vita. Vorrei poter indicare dei suggerimenti utili nel lavoro di programmazione degli incontri di Club del prossimo anno sociale, e in particolare quali persone interpellare ed ascoltare. Consideriamo gli educatori, gli psicologi gli esperti in comunicazione, i giovani impegnati in altre associazioni (quali per esempio gli scout) e nelle pastorali giovanili, i seminaristi e i giovani sacerdoti …

In conclusione, dovremo sforzarci di avviare un dialogo “credibile” tra giovani e anziani. Papa Francesco rivolgendosi ai giovani dice: ”voi giovani avete la forza, gli anziani hanno la memoria e la saggezza”.

Buon cammino!

manuel costa

 

Tags: , ,

Comments are closed.