Monsignor Simone Medichini, sacerdote e cultore di scienze naturali

ago 17th, 2014 | By | Category: Eventi

Nell’ambito delle manifestazioni, promosse dalla Parrocchia di San Giovanni Battista di Villa San Giovanni in Tuscia, di cui è Parroco Don Giovanni Berni, per la valorizzazione della seicentesca chiesa della Madonna della Neve, Lunedì 18 Agosto 2014 alle ore 17.45 Angelo Capuzzi e Micaela Merlino terranno una conferenza dal titolo “Mons. Simone Medichini. Sacerdote esemplare e scienziato illustre nella Tuscia del XIX secolo”.

L’evento intende presentare al pubblico una delle figure più importanti sia del panorama ecclesiastico locale, sia di quello delle Scienze Naturali nella seconda metà del XIX secolo.

Infatti, gli studi del Medichini furono molto apprezzati da studiosi di fama quali Giuseppe Mercalli, Antonio Stoppani e Padre Pietro Angelo Secchi, con i quali fu in rapporti amichevoli e di stima reciproca.

Nato nel 1831 a San Giovanni di Bieda, antica denominazione dell’attuale paese di Villa San Giovanni in Tuscia, Simone Medichini dal 1860 fu per cinquantacinque anni Parroco della chiesa di Sant’Angelo in Spatha a Viterbo, e nello stesso anno iniziò anche l’insegnamento presso il Seminario Diocesano.

Contemporaneamente, si dedicò con molta passione e grande dedizione agli studi di Scienze Naturali. In particolare per molti anni concentrò la sua attenzione sulla sorgente del Bulicame, in merito alla quale scrisse una monografia pubblicata nel 1879. Fu anche cultore di storia e archeologia locale, e nelle sue “Memorie” manoscritte fa menzione, tra l’altro, di numerose antichità all’epoca presenti a San Giovanni di Bieda e nel suo territorio.

“Questa conferenza si inserisce in un percorso di ricerca che da alcuni mesi io e Angelo Capuzzi stiamo portando avanti” – afferma Micaela Merlino- “per approfondire lo studio di questo importante personaggio, che con la sua vita dedicata all’evangelizzazione e con i suoi approfonditi studi ha arricchito il panorama religioso e scientifico dell’epoca”.

La conferenza sarà anche un’occasione per contribuire con l’acquisto, ad offerta libera, della recente monografia dei due Autori dal titolo “Sancta Maria ad Nives. Una chiesola del XVII secolo a Villa San Giovanni in Tuscia”. I fondi così raccolti saranno utilizzati dalla Parrocchia di San Giovanni Battista per dare l’avvio ai restauri, necessari per riportare il sacro edificio al suo antico splendore. Ingresso libero.

Comments are closed.