Creare il bisogno di parlare del Serra

apr 7th, 2014 | By | Category: Il Serra nel Mondo

John Liston, Direttore Esecutivo del Board di Serra International ha inviato un messaggio a tutti i Consigli nazionali e in assenza di essi ai Governatori distrettuali invitandoli ad un maggiore uso della comunicazione con il mondo che circonda il singolo club Serra al fin di evidenziare quella realtà serrana e i motivi che giustificano a sua esistenza.

In Italia riteniamo che i canali di comunicazione ci sono noti e vanno dalla stampa locale a quella diocesana, dalla comunicazione telematica locale a quella più ampia, dall’uso dei media serrani (la rivista “il serrano”, serranews, portale ww.serraclubitalia.it e i tanti siti internet di distretti e clubs ) ma queste iniziate serrane e quelle extra serrane è opportuno che siano potenziate e quindi un maggiore impegno nel loro utilizzo.

Mr.Liston nello stesso messaggio pone l’accento sulla necessità di un maggiore confronto anche in forma critica (la carità è sottointesa !)fra i serrani in tema di programmi e di realizzazione degli impegni statutari e di ciò che non è coerente con la nostra missione; è un invito che, laddove ne esistano i presupposti, può essere raccolto con rispetto reciproco e trasparenza.

 

 

Carissimi serrani

Oggi tutti noi dobbiamo fare una diagnosi di come vediamo il Serra.

Mr. John Liston

Come priorità abbiamo l’obbligo di individuare i problemi che stiamo vivendo a livello locale e nel contesto generale.

Ognuno di noi deve rivolgersi alla comunità nella quale vive per cercare ciò che non è condiviso; nell’ ambito dei clubs siamo chiamati a suggerire in forma critica modifiche al nostro modo di agire, segnalare, in forma sintetica e scritta, ciò che non è coerente con la nostra missione, proporre azioni e metodi di miglioramento. Ciò dovrebbe fornire un quadro completo.

E’ evidente che il nostro movimento spazia nei cinque continenti, abbiamo usi e culture diverse ma lo scopo che ci prefiggiamo è comune.

Prendiamo esempio dalla Chiesa, dove si predica il Vangelo, e come i dodici apostoli ed i settantadue discepoli hanno agito per portare il messaggio di Cristo nel mondo, in quel tempo la comunicazione non era facile; oggi abbiamo maggiori opportunità, è possibile usare i moderni sistemi per far conoscere il Serra e diffondere la nostra fede.

Siamo sommersi da notizie in tempo reale che provengono da tutto il mondo, poco o niente conosciamo del nostro vicino di casa, anche nell’ ambito del Serra poco sappiamo come operano i club del distretto, della regione o della organizzazione nazionale nella quale siamo inseriti, occorre inculcare un maggiore senso di appartenenza al nostro simbolo ed al nostro ideale.

Abbiamo la sensazione di uno scollegamento tra Serra International ed i club sparsi nel mondo, talvolta non comprendiamo l’ importanza del Board, spesso viene percepito come un costo, nella realtà si tratta di un organo di governo e di coordinamento indispensabile ad ogni organizzazione di qualunque genere; molti lo vedono come un movimento esclusivamente “ Americano”, nella realtà gli americani nel Board sono una minoranza ( 7 su 21).

Anche se il Serra è nato negli USA, per opera dello Spirito Santo, che soffia dove vuole, Esso poteva e può soffiare in ogni luogo.

Stiamo soffrendo molte turbolenze che purtroppo non sono completamente terminate, ciò deriva da una mancanza di zelo e della non-percezione di “Quello” che ci guida.

Lo spirito di unità deve far comprendere che come ci insegna la parabola dei talenti: Chi ha di più deve essere generoso, non solo delle risorse materiali ma, innanzi tutto spirituali.

Per evitare l’ isolamento suggerisco di migliorare la conoscenza tra noi, rendiamo edotti i nostri fratelli del Serra sulle iniziative che ogni club prende utilizzando i sistemi telematici come le e.mail ed altro. Non ci preoccupiamo della lingua, oggi qualunque sistema ha la traduzione computerizzata in tutte le lingue del mondo. Le e.mail e le news letter dovrebbero essere il nostro pane quotidiano per nutrire noi stessi, incoraggiare il lavoro e agire per le Vocazioni.

Dobbiamo creare il bisogno di parlare del Serra come giornalmente facciamo mangiando, dormendo, camminando respirando ecc.

Leggere le notizie del Serra richiede impegno, cerchiamo di utilizzare meglio il nostro tempo, talvolta siamo presi dalle sciocchezze che ci giungono da Facebook di cui possiamo tranquillamente farne a meno.

Impariamo dal messaggio evangelico che ci giunge dalle parole dei sacerdoti, dai vescovi e dal Papa.

Divulghiamo le nostre iniziative per informare come ogni club sponsorizza le Vocazioni.

La vita quotidiana è diversa in ogni luogo ma è parte della comunione dei santi, ricordiamoci che siamo in questo mondo per molte cose, ma soprattutto, per raggiungere la vita eterna.

Il lavoro nel Serra e per il Serra è parte del cibo che porterà il nostro spirito vicino a Dio nell’ eternità.

John Liston

Direttore Esecutivo di Serra International

 

( Libera traduzione di Dante Vannini)

 

 

 

 

Tags: ,

Comments are closed.