Guardare al futuro superando le difficoltà

gen 23rd, 2014 | By | Category: Distretti e Club

Con il nuovo anno riprendono le attività del  Club di Latina, movimento da sempre impegnato nel sostegno spirituale e materiale delle vocazioni di speciale consacrazione.

In realtà la pausa è durata solo alcune settimane, infatti i serrani pontini  si sono riuniti presso la Chiesa Maria Immacolata di Borgo Carso con Mons. Mario Sbarigia, Vicario Generale della diocesi pontina, che ha celebrato l’Eucarestia in un clima di coinvolgente spiritualità. Durante l’omelia don Mario ha sottolineato che credere in Cristo significa aver trovato il senso della vita a partire dal quale immergersi completamente nel flusso della storia.

Il serrano – ha proseguito Sbarigia – deve essere un missionario pronto a servire e a ri-scoprire la propria identità cattolica. Egli deve progettare con Dio, abitare il futuro per una Chiesa tutta vocazionale. Ricordiamo la frase di Hans Urs von Balthasar, il grande teologo svizzero che affermava: i giovani cristiani che hanno a che fare con interrogativi vocazionali hanno bisogno di essere guidati da personalità aperte e oranti, oggi in maniera più urgente che nel passato. Il Vicario ha concluso l’omelia con l’esortazione: “Nulla si perde nel Regno di Dio, soprattutto il dolore, che diventa l’annuncio di Cristo risorto”.

In seguito il Governatore Sapia  è intervenuto sul programma  per l’A.S. in corso. “Prioritario sarà lo spirito di servizio e di comunione e, poiché il Club di Latina attraversa un periodo di crisi a motivo della diminuzione degli aderenti, la nostra azione sarà diretta alla promozione della famiglia, cellula base della società, e grembo delle vocazioni”.

Papa Francesco, con le Sue esortazioni, ci invita ad essere cristiani aperti, vivi, capaci di grandi desideri e di uscire dal nido per essere inviati nelle periferie più lontane. E il serrano, sulla scia del Beato Junipero Serra, missionario sempre in marcia verso lidi lontani da evangelizzare, deve essere il nostro esempio. Con un cuore sempre in tensione il serrano dunque, ha affermato ancora Sbarigia, è chiamato a cercare Dio per trovarlo e trovarlo per cercarlo ancora e sempre. E dove? Proprio in quelle acque profonde dove più volte Papa Bergoglio ha invitato a spingersi.

Mons. Nico Dal Molin, direttore del Centro Nazionale Vocazioni, ha recentemente affermato che c’è stata una ripresa significativa delle vocazioni alla vita consacrata e il Santo Padre con la Sua forza e tenerezza l’ha confermata e irrobustita. La presenza del Vicario Generale e del Governatore hanno testimoniato la dimensione di apertura e di accoglienza tesa alla riaffermazione della fraternità e dell’amore.

 Stella Laudadio

Tags: , , , ,

Comments are closed.