Incontrarsi da amici per sostenere le vocazioni

dic 15th, 2013 | By | Category: Primo Piano

Il Consiglio nazionale del Serra Italia si riunisce periodicamente per discutere le problematiche inerenti alla vita del Movimento nelle realtà territoriali dei distretti e dei clubs, uno sguardo d’insieme sul nostro volontariato laico a servizio della Chiesa.

Nel recente incontro, tenutosi a Casa La Salle a Roma, il Presidente Antonio Ciacci ha reso note le motivazioni che sottendono ad una prossima revisione del Regolamento nazionale, al fine di allargare la partecipazione attiva dei presidenti dei clubs che, in effetti, conoscono bene i bisogni e le attese di tanti giovani che rispondono generosamente alla chiamata del Signore e compiono un cammino vocazionale preparatorio all’ordinazione presbiterale.

Un buon serrano ascolta “in diretta” le voci dei ragazzi che bussano alle porte del Seminario in cerca di sostegno spirituale, nel momento delicato della vita che richiede scelte coraggiose e ponderate, ne fa tesoro comprendendo come il dialogo sia utile e da laico adulto, si fa tramite con la società civile che è distratta od ignora del tutto questo spaccato generazionale.

Un Consiglio nazionale diventa una palestra di discussioni stimolanti, tutte centrate sul da farsi, su quali strategie adottare per essere megafono della buona notizia che il futuro nella Chiesa e della Chiesa sarà assicurato dai nostri novelli presbiteri.

La bellezza della nostra fede sta anche nel comunicarla attraverso il periodico cartaceo “il serrano” ed il portale www.serraclubitalia.it , che sono molto noti, specialmente negli ambienti delle aggregazioni laicali e degli uffici nazionali di pastorale vocazionale, il cui successo è legato alla grande professionalità dei collaboratori ed all’impegno di ogni socio che voglia “mettere in rete” le proprie esperienze di volontariato.

Il Presidente Antonio Ciacci

Tra i carismi serrani, v’è l’aiuto concreto ai Seminari italiani e internazionali, alle adozioni a distanza di giovani di altri continenti che vivono il cammino ecclesiale in Paesi ricchi di vocazioni ma non di mezzi economici.

Da un quinquennio, il club di Roma si fa portavoce di questa “emergenza” umana patrocinando una “Cena francescana” di solidarietà: il testimone è Padre Pucci che, con i fondi dei benefattori, ha costruito in Bolivia case di ospitalità per i giovani nell’insegnamento di San Francesco e con il ricordo del beato Junipero Serra, evangelizzatore e fondatore degli Stati della California, di cui gelosamente custodisce una reliquia.

Alla tavola natalizia ogni anno sono invitati gli amici del Consiglio nazionale, quelli del club di Roma e tanti altri simpatizzanti che per la giusta causa si rendono disponibili a sostenere le vocazioni oltreoceano. Il Governatore Gianni Sapia, a conclusione della serata, rallegrata da canti e lotterie, ha comunicato felice l’incasso di una notevole somma di denaro che è stata interamente devoluta a Padre Pucci a favore della sua comunità francescana.

Il fine settimana a Roma è stato molto positivo per tanti aspetti, non ultimo la possibilità di incontrarsi amichevolmente in prossimità della ricorrenza della più bella festa liturgica, il Natale!

Maria Luisa Coppola

 

Riportiamo la nota del Padre Giovanni Pucci che ringrazia i serrani e i partecipanti alla serata

 

Carissimo Giovanni, il Signore ti dia la sua Pace!

desidero ringraziarti per la “Cena Francescana”, svolta nel Ristorante Cecilia Metella il 30 Novembre 2013.

Come ogni anno il tuo impegno e la collaborazione del Club Serrano hanno fatto miracoli.

La preparazione della Cena è stata bellissima ed è andata avanti senza scossoni. L’atmosfera era molto familiare e partecipata, per cui tutti ne sono rimasti contenti e lo hanno espresso nel saluto finale. I miei amici di Artena, che vi hanno partecipato per la prima volta, sono rimasti entusiasti e desiderano riproporlo al più presto qui nella mia Parrocchia.

Mi è piaciuto soprattutto l’impegno del COMIF nel collaborare alla riffa finale. Tutto questo è motivo di ringraziamento sia al nostro PAPA’ (Dio) che ci assiste continuamente, sia a tutti voi.

Rendo noto l’importo della Cena: 1.250,00 Euro + 1.130, Euro per la Riffa.

Sarà mio compito spedire i soldi per il sostegno al Seminarista di Camiri, e per la fornitura di medicine nella Farmacia a Trinidad, ambedue in Bolivia.

Ti incarico di porgere il mio saluto ed il mio ringraziamento a tutti i Serrani di cui godo l’amicizia e che sento veramente vicini.

In attesa di rivederci al più presto, un caro saluto e tanti Auguri per un sereno Natale.

PACE E BENE

Fr. Giovanni

 

Tags: , , , ,

Comments are closed.