GMG carioca ? E’ sotto casa

lug 15th, 2013 | By | Category: Primo Piano
La Gmg ti raggiunge ovunque: in città o in un piccolo paesino, in un Santuario, sulle montagne o su una spiaggia. Il vento della Giornata mondiale soffierà anche in Italia, in tutti quegli appuntamenti organizzati a livello regionale, ma anche interdiocesano e perfino locale, che permetteranno a chi non varcherà l’Oceano di vivere ugualmente un’esperienza forte di fede e di condivisione. In uno dei quaranta luoghi dove si svolgeranno gli eventi italiani promossi in contemporanea al raduno di Rio. Un pellegrinaggio sui monti della Carnia, attraverso alcune tappe dell’antico Cammino delle pievi, da Gorto a Ravascletto fino ad Arta Terme, è l’originale iniziativa del servizio per la pastorale giovanile di Udine.Dal 22 al 26 i ragazzi friulani alterneranno percorsi a piedi, catechesi, momenti di testimonianza e riflessione, celebrazioni e confessioni. Il 27 poi si sposteranno a Chioggia per partecipare al grande incontro del Triveneto. Dal 25 al 28 luglio, i giovani della diocesi di Acqui invece compiranno un piccolo viaggio da Santa Giulia di Dego a Sassello, località che hanno dato i natali a due beate del nostro tempo: Teresa Bracco, che durante la seconda Guerra mondiale fu uccisa dai soldati nazisti per aver difeso strenuamente la propria castità, e Chiara Luce Badano, simbolo di chi accetta la sofferenza e la offre a Dio.Se per 500 ragazzi delle diocesi di Alessandria e Casale-Monferrato l’appuntamento è a Piovera per una “due giorni” di animazione, musica e preghiera che avrà il suo clou nel collegamento con la veglia di Rio e nella Messa della domenica, i coetanei di Como si raduneranno a Chiavenna: il sabato pomeriggio dedicato alla visita culturale della città farà da preludio ad una serata che, in attesa di condividere ciò che avviene oltreoceano attraverso il maxischermo, permetterà di fare l’esperienza delle «Fontane di luce» e di accostarsi al sacramento della Riconciliazione. Dopo la notte in sacco a pelo, la Messa e il pranzo insieme. Le catechesi sul senso dell’essere missionari oggi, la riflessione in gruppo, la liturgia penitenziale e quella eucaristica sono gli ingredienti base dell’iniziativa che, dal 24 al 26, riunirà nella casa di spiritualità «La Rocca» di Pietrasanta i giovani di Pisa. Che sabato poi raggiungeranno Viareggio per l’incontro interdiocesano.

Le giornate di dialogo, preghiera e musica organizzate dal 24 al 27 a Lanciano e a Ortona, all’insegna della fraternità e dell’evangelizzazione, culmineranno sabato sera in piazza Plebiscito, a Lanciano, dove i ragazzi delle diocesi abruzzesi e molisane potranno seguire la veglia in diretta. Si intitola invece «Rio in Sabina» l’evento promosso nella diocesi di Sabina-Poggio Mirteto: si parte giovedì, nella spianata del Santuario di Vescovio, con la celebrazione e lo spettacolo teatrale «La bella e la bestia» curato dai giovani di Poggio Mirteto. L’indomani spazio alla catechesi, ai laboratori su alcuni ambiti di vita e al musical «E gioia sia!» della comunità Nuovi Orizzonti. L’adorazione eucaristica di sabato anticiperà il collegamento con Rio, mentre domenica sarà la messa a concludere l’incontro.

E anche a Roma ci si prepara a vivere la Gmg carioca in versione casalinga. Per i ragazzi delle dieci parrocchie della 29ª prefettura, infatti, è stato pensato un ricco programma che ripropone i momenti centrali del raduno mondiale: ci saranno le catechesi al parco Schuster, vicino alla basilica di San Paolo fuori le Mura, e sulla spiaggia di Ostia; la Via Crucis davanti alle catacombe di Generosa sulla via Portuense; e una serata con musica e spettacoli in attesa della veglia con il Papa. Il ritmo brasiliano risuonerà infine in Sardegna dove la consulta della pastorale giovanile di Alghero-Bosa ha organizzato tre giorni di amicizia, preghiera e festa ad Alghero. L’incontro, al quale prenderanno parte anche i ragazzi delle diocesi di Ales-Terralba ed Iglesias, avrà inizio venerdì 26 con un grande gioco che si svolgerà nelle vie del centro storico. La mattina di sabato sarà dedicata alle catechesi e alla meditazione, mentre nel pomeriggio ci si sposterà nella zona antistante il porto per seguire la veglia di Rio. Domenica l’evento terminerà con la messa in Cattedrale e il pranzo.

E poiché la Gmg non conosce confini, dal 23 al 29 luglio alcuni giovani di Fiesole si recheranno – in contemporanea al pellegrinaggio diocesano dell’Unitalsi – nel santuario di Lourdes assieme a migliaia di coetanei provenienti da tutta Europa. A dimostrazione del fatto che se distanze e fusi orari tendono a dividere, la fede e lo spirito della Gmg uniscono i giovani del mondo, ovunque si trovino.

Stefania Careddu

 

Fonte Avvenire

Comments are closed.