Premiazione solenne a Viterbo

mag 28th, 2013 | By | Category: Distretti e Club

LA FEDE E LA RAGIONE  SONO COME DUE ALI CON LE QUALI LO SPIRITO S’INNALZA VERSO LA CONTEMPLAZIONE DELLA VERITÀ

Ragione e fede: un binomio che ha sempre affascinato gli studiosi di tutti i tempi e che ha generato ed ancora genera molte polemiche tra i sostenitori del primato ora dell’una ora dell’altra.

Questa tematica è stata proposta ai giovani per un concorso scolastico  dal Serra International Italia, invitandoli a commentare l’affermazione riportata nell’enciclica “Fides et Ratio” di Giovanni Paolo II: “La fede e la Ragione  sono come due ali con le quali lo spirito s’innalza verso la contemplazione della verità” .

Il 14 maggio u.s.  presso la prestigiosa sede della Fondazione CARIVIT di Viterbo si è svolta la cerimonia di premiazione dei vincitori del concorso bandito dal Serra Club di Viterbo, cui hanno partecipato alcune scuole medie di primo e secondo grado.

Lo scopo di questo concorso, come affermato dal Presidente del Club di Viterbo prof. Maurizio Maltese, è soprattutto quello di cercare di capire quanto le idee ed i principi che uniscono i Serrani di tutti il mondo possano essere condivise e conosciute, specialmente da giovani e giovanissimi.

Il prof. Maltese ha continuato sostenendo che il concorso ha suscitato particolari motivi di riflessione, anche da parte di coloro che non sono risultati vincitori e cita ad esempio l’affermazione di uno studente di scuola media: “….Dio ci ha creato con la ragione e questa non può essere in contrasto con la fede che Dio ci dona, altrimenti Dio stesso si contraddirebbe…

E’ indubbiamente un’affermazione sulla quale specialmente i cristiani dovrebbero meditare.

Il Vescovo di Viterbo S.Ecc. Mons Lino Fumagalli, intervenendo subito dopo, ha esortato in particolare i giovani alla fatica del pensare, per evitare che altri pensino per noi col rischio di cambiamenti incontrollabili.

Tra ragione e fede non vi è contrasto se la ragione è sostenuta dalla fede e la fede si avvale della ragione.  Sant’Anselmo d’Aosta affermò “Voglio ricercare col lume della ragione ciò che credo ed amo”.

La Chiesanon è mai stata nemica della scienza, però non tutto ciò che è scientificamente possibile è lecito. Conoscere non significa creare.  Il bene dell’uomo deve essere anche il bene dell’umanità.

Concludendo, il Vescovo si è rivolto agli studenti vincitori ricordando che un’iniziativa del genere è  riconoscimento e stima al valore dei giovani.

A loro si chiede tanto perché possono e devono dare tanto e la partecipazione al concorso ha  dimostrato la loro risposta a questo richiamo, finalizzata alla costruzione di una società migliore per un futuro migliore.

Sono stati premiati gli studenti:

Scuola media di 1° grado:

  1. Francesco Zappa
  2. Lorenzo Menichelli
  3. Ludovico Maria Fossati

Scuola media di 2° grado:

  1. Giulia Ragonesi ex aequo Grazia Nam
  2. Laura Leonardi
  3. Martina Tardani.

La Presidentedella Commissione esaminatrice degli elaborati, prof.ssa Maria Ester Semprini Ancarani, nel congratularsi con tutti partecipanti, ha sottolineato che gli scritti dei ragazzi partecipanti sono stati inviati alla valutazione della Commissione del concorso nazionale del Serra Italia.

Leggendo con attenzione gli elaborati non si può non rimanere colpiti dalla serietà con cui gli studenti hanno affrontato un tema particolarmente difficile e spinoso, elaborando concetti in modo originale e corretto. Si è evidenziata una notevole capacità critica basata su una ottima preparazione ed una buona conoscenza della tematica affrontata.

E’ questo un segno evidente di una scuola che, al di là di critiche populistiche e disfattive, è in grado ancora di preparare giovani ad affrontare la vita con un notevole bagaglio culturale ed una spiccata capacità di analisi e riflessione.

Questo elevata preparazione ha avuto un notevole riscontro nel portale di Serra Italia (www.serraclubitalia.it) che ha riportato i vincitori in sede locale come i citati Francesco Menichelli risultato vincitore del 1° premio nazionale riservato agli alunni della Scuola Media di primo grado  e Giulia Ragonesi classificatasi al secondo posto tra i concorrenti della Scuola Media di secondo grado

Tutti ci auguriamo che questi tesori in via di valorizzazione abbiano l’opportunità di esprimersi per il bene della società futura.

Adolfo Gusman

 

 

Tags: , , , , , , , , , , , , ,

Comments are closed.