Aversa, premiazione degli elaborati delle scuole

mag 27th, 2013 | By | Category: Apertura

Nella bella, storica chiesa di Santa Maria a Piazza, la più antica di Aversa(XI sec),  quest’ anno si è tenuta la premiazione del IX Concorso  Scolastico Nazionale del Serra Club che ha interessato quindici scuole di ogni ordine e grado in alcuni dei comuni dell’ area diocesana, con circa trecento elaborati presentati. Una costante crescita di partecipazione  rispetto agli anni scorsi, una sempre più viva adesione degli insegnanti, non solo di religione, e dei dirigenti d’ Istituto, alcuni  presenti alla cerimonia.
Anche il Comune, con l’ Assessore allo Sport Romilda Balivo in rappresentanza del Sindaco Sagliocco (entrambi sempre vicini al Serra nelle sue iniziative), ha voluto essere presente all’ evento, in un’ aula ecclesiale piena di giovani, sempre belli a vedersi nella prospettiva del nostro futuro, speranza di un mondo più consapevole dei valori morali che, nella fede cristiana, sono  così presenti e pregnanti e da essa  traggono vigore. L’ attuazione di questa bella iniziativa è stata promossa e indetta in stretta collaborazione  dell’ Istituto “Innico Caracciolo”, complesso scolastico vescovile paritario con sede nel Seminario Vescovile aversano, dell’ Ufficio Diocesano di Pastorale Scolastica e  del Serra Club proponente.
Tema dell’ anno, prescelto dal Serra Nazionale, da esprimere con elaborati letterari, poetici o disegni,   le parole di Papa Giovanni Paolo II nell’ Enciclica Fides et Ratio: La fede e la ragione sono come due ali , con le quali  lo spirito umano s’ innalza verso la contemplazione della verità – Esprimi le tue impressioni in proposito, anche in base alle esperienze personali di carità come manifestazione di fede, che, con la ragione, è espressione di un unico dono” .
Che belle cose si sono sentite e viste nelle parole e nei disegni di questi ragazzi che  brevi citazioni tratte dagli elaborati, lette e commentate da Rosanna Martino, presidente in carica del Serra Club Aversa e docente di scuola superiore, bravissima conduttrice della cerimonia – talvolta presa dall’ emozione nei passaggi più toccanti per la straordinaria umanità che la distingue – ci hanno dato un piccolo spaccato del cuore giovanile. Aliti di purezza spirituale, di amore per gli altri, per i fratelli più sfortunati, per quelli di altre parti del mondo,  riflessioni … che fanno riflettere(!), commoventi testimonianze di tenera amicizia,  di dolenti ricordi in un quadro di fede dove Gesù è l’ amato consolatore – “Gesù c’è posta per te” una lettera preghiera di due adolescenti, o “Sorriso” a una piccola amica volata più in alto per citarne qualcuna, che non ti  lasciano … inerte il cuore(!) , un profumo che vorremmo sentire più spesso nella nostra quotidiana esistenza, ma che sovente viene coperto da ben altri “olezzi” sociali, per sciagurati comportamenti di una parte della nostra umanità , di noi adulti,  a vari livelli. Elaborati ricchi anche di citazioni e di considerazioni, di grida di fede, e preghiere sicuramente innalzate “a Colui che ha fatto il mondo”, ma che sono rivolte, credo, anche a noi anziani perché riflettiamo su quanta materia meravigliosa può trovarsi in questi giovani e sulle loro istanze: non sprechiamola e non scoraggiamola!
C’era il Vicario Generale diocesano, don Franco Picone, a nome anche del Vescovo impegnato, c’era il Rettore del Seminario, Mons. Stefano Rega, il Preside dell’ Ist. Scol. “Caracciolo”, Mons. Angelo Crispino, anche  responsabile della Pastorale scolastica diocesana. Un delizioso coro dell’ Istituto Caracciolo diretto da don Fabio Ruggiero ha eseguito, ad intervalli, brani di musica tratti dal repertorio classico e religioso, introdotti da quella … “instancabile macchina serrana” che è  Maria Luisa Coppola, docente al Caracciolo e componente del CNIS, con un incarico anche nel Club,    con un vibrante momento dell’ esecuzione della dolce preghiera della “Vergine degli Angeli” dalla verdiana “Forza del destino” con la bella voce di tenore solista  del diciottenne Giampaolo D’ Ambrosio .
I vincitori di questa locale valutazione accederanno alla valutazione della Commissione Nazionale del Serra e si misureranno con gli studenti delle scuole partecipanti nelle altre regioni, sedi dei distretti serrani e dei relativi club. Ci fa piacere ricordare che nelle passate edizioni si sono avuti lusinghieri risultati per partecipanti aversani, con ottimi piazzamenti.
Insomma un altro motivo di soddisfazione per il Club e per il movimento del Serra, che in posizione puramente laica sotto il profilo funzionale e istituzionale, opera con convinzione e passione a fianco del mondo ecclesiale, promuovendo per esso iniziative di sostegno e di sensibilizzazione, onde contribuire a trasmetterne i valori, i valori del Vangelo e l’ amore per Cristo e per i sacerdoti e religiosi che il Serra “inguaribilmente” nutre e di cui si nutre.

Alberto Alfano

 

 

 

 

 

 

Tags: , , , , , , , , , ,

Comments are closed.