Mostra di capolavori su San Pietro a Castel S.Angelo

feb 5th, 2013 | By | Category: Cultura

 

MONS. FISICHELLA, ARTE SOLLECITA DOMANDA DI FEDE; INAUGURA IL CARD. BERTONE 

 ”Un cammino per crescere nella fede, ma anche una provocazione a dover percepire l’esigenza di credere come risposta alla domanda di senso che la vita pone”. E’ questo l’intento della mostra ”Il cammino di Pietro”, uno dei maggiori appuntamenti nell’ambito delle iniziative dell’Anno della Fede, indetto da Benedetto XVI, presentata questa mattina in sala stampa vaticana dall’arcivescovo Rino Fisichella, presidente del pontificio consiglio della Nuova evangelizzazione.

Allestito a Castel Sant’Angelo, il percorso d’arte che si snoda in otto ”momenti” con circa quaranta opere, sara’ inaugurato domani dal segretario di Stato vaticano, il cardinale Tarcisio Bertone e il pubblico potra’ visitarlo fino al primo maggio prossimo. ”E’ possibile che tra i suoi visitatori ci sia anche il Papa”, ha fatto sapere mons. Fisichella, anche se ancora non c’e’ una data certa. ”Davanti all’opera d’arte – ha quindi spiegato il prelato a capo del dicastero promotore di molteplici iniziative nell’ambito dello speciale anno indetto dal Pontefice -, credenti e non credenti hanno reazioni diverse, ma la bellezza che viene espressa chiama gli uni e gli altri all’ascolto di un messaggio che puo’ essere recepito nel silenzio della contemplazione. Qui ognuno e’ rimandato a se stesso nella responsabilita’ di dare risposta alle domande del cuore e della mente”.

A questo scopo la mostra, realizzata in coproduzione dal Comitato di San Floriano di Illegio (Udine) e dalla Soprintendenza speciale per il Patrimonio storico, artistico ed entnoantropologico e per il Polo museale della citta’ di Roma, e’ stata allestita quasi come ”una rappresentazione drammatica di che cosa sia la fede”, attraverso ”la vicenda dell’uomo e del testimone piu’ decisivo al mondo per i cristiani”, Pietro.

”Gli attori – ha spiegato don Alessio Geretti, curatore della mostra – sono le opere, interpretano i diversi momenti della fede”. I quaranta dipinti e sculture in mostra, da Oriente a Occidente, percorrono la storia della cristianita’ dal IV fino al XX secolo. Tra questi, figurano capolavori di artisti come Lorenzo Veneziano, Vitale da Bologna, Marco Basaiti, Garofalo, Jan Brueghel, Giorgio Vasari, Guercino, Guido Reni e Eugene Burnand, che si intrecceranno con proiezioni cinematografiche, apparizioni suggestive e momenti musicali.

Non mancano nell’allestimento inediti – come un’opera di Luca Giordano -, mentre la mostra sara’ anche occasione per ammirare opere conservate in altri musei. Alla rappresentazione hanno contribuito infatti diversi Paesi europei come Francia, Germania, Spagna, Russia, Svizzera, Belgio e naturalmente l’Italia. (ANSA).

Comments are closed.