Convocato il Direttivo del Distretto 77

gen 24th, 2013 | By | Category: Distretti e Club

Il Direttivo del Distretto 77 presente alla convocazione del Governatore La Spina

Può esser certo un organismo internazionale come il Serra – profondamente laico nella sua cultura ispiratrice ma pur convintamente innervato da una finalità istituzionale di schietto apostolato religioso quale è il sostegno alle vocazioni sacerdotali – di aver maturato una sua piena identità, una totale consapevolezza delle motivazioni di fondo che dovrebbero animare e incoraggiare i propri aderenti?

La risposta forse è meno scontata di quel che potrebbe apparire, anche se a rassicurarci  circa la certezza di esserci incamminati per la via giusta dovrebbero bastare le attestazioni largamente esaltanti della Santa Sede e dei pontefici, ultime in ordine di tempo le indimenticabili espressioni di elogio rivolte al nostro movimento da Benedetto XVI il 4 novembre del2011, inoccasione del 70° anniversario della istituzione della Pontificia Opera Vocazioni Sacerdotali.

I serrani, tuttavia, non mancano tuttora di interrogarsi, nei diversi convegni raduni e dibattiti, circa le finalità cui improntare la loro azione al servizio della Chiesa e di una autentica pastorale vocazionale.

Per iniziativa del Governatore SalvatoreLa Spina, il Consiglio direttivo del 77° Distretto del Serra italiano (comprendente i clubs di Calabria e Sicilia) ha affrontato, ampiamente discutendone, i temi del nostro essere serrani oggi, alla luce della realtà odierna e degli insegnamenti dell’autorità ecclesiastica.

All’incontro, svoltosi nella sede del seminario arcivescovile di Catania, hanno presenziato e attivamente partecipato, oltre ai componenti del Consiglio, anche numerosi dirigenti e soci di parecchi clubs del Distretto (Palermo, Catania, Acireale, Reggio Calabria): tutti hanno avuto agio di intervenire, di esporre le loro considerazioni, di formulare opinioni e concrete proposte, di riferire sulle esperienze personali e comunitarie.

In particolare, il governatore ha segnalato l’opportunità di affrontare e approfondire i temi della formazione del serrano, della attenzione ai documenti ecclesiali e alle direttive dell’episcopato, dei rapporti, auspicabilmente quanto più cordiali e proficui, coi seminari e coi giovani seminaristi.

Dalle relazioni dei rappresentanti dei clubs sono emerse realtà in qualche misura comprensibilmente diverse da club a club, da diocesi a diocesi; dappertutto comunque è stato possibile rintracciare un incoraggiante entusiasmo e una sincera voglia di ben operare nel segno di Junipero Serra. Interessanti e valide alcune iniziative ideate e realizzate nei diversi clubs.

Tutti, poi, hanno insistito sul dovere di ciascuno di intensificare gli sforzi in direzione di un autentico slancio di proselitismo vocazionale, nella felice concomitanza con l’anno della fede proclamato dal nostro Pontefice.

Unanimemente è stata infine valutata come encomiabile l’iniziativa del concorso, indetto dal CNIS in sede nazionale, per gli studenti delle scuole secondarie inferiori e superiori, anche se da più parti sono state suggerite delle modifiche da approntare alla sua impostazione e al suo regolamento.

A tutti è stato dato appuntamento per i futuri incontri a livello nazionale e per la prossima convention di Palma de Mayorca.

Casimiro Nicolosi

 

 

Tags: ,

Comments are closed.