Pagare le tasse è un dovere anche etico?

nov 7th, 2012 | By | Category: Eventi

Si è tenuta nella Sala della Provincia di Livorno, presente il Vescovo S.Ecc. Giusti e le più alte cariche cittadine, la conferenza del Comandante Provinciale della Guardia di Finanza, Col. Benedetto Luciano Lipari, sul tema “ Pagare le tasse è un dovere anche etico? “.

Col.B.L. Lipari

Il Presidente del club labronico,  Tattanelli, nel rivolgere il benvenuto ai presenti e in particolare a S.Ecc.Giusti, ha presentato l’oratore e il tema in relazione a questo particolare momento della vita economica della nazione.

Argomento delicato il tema dell’incontro, in cui quell’ “anche” crea una netta distinzione tra il concetto indiscutibile di dovere e un collegato interrogativo morale, quest’ultimo niente affatto corollario al primo, ma suo potente e ineluttabile rafforzativo.

E’ una domanda che rende necessaria una premessa. Il tema delle tasse è un tema che da sempre porta con sé distinguo, articolazioni e giudizi, un indubbio dovere spesso accompagnato, nell’immaginario collettivo, da perplessità insistite sulle finalizzazioni che l’uomo comune individua con difficoltà.

E’ certo però che quest’ultima perplessità non può costituire un alibi. Al più, indica ai cittadini la necessità di formulare richieste tendenti ad una gestione più efficiente, a una moralizzazione ancora più insistita.

Altro è il dibattito sulle valutazioni dell’entità delle imposizioni o sulla poca flessibilità legislativa nelle situazioni di crisi, bisognose di una modulazione che permetta l’esazione del dovuto in un quadro di sopravvivenza dignitosa.

La GdFè tra gli enti preposti alla vigilanza di questo dovere indicato al cittadino. E’ un Corpo con molteplici funzioni, assistenza, protezione, ordine, ma altresì l’organismo preposto ad intercettare i comportamenti fiscalmente incoerenti dei cittadini, con un importante potere e conseguenti sanzioni. Un Corpo che ha assunto nel tempo un’importanza sempre maggiore, viste le contingenze attuali.

Il tema dell’incontro, trattato dal Comandante Provinciale di questo Corpo, ha inevitabilmente attratto un pubblico qualificato e comuni cittadini, che hanno rapidamente riempito il Salone della Provincia.

La serata  è iniziata con la parola del padrone di casa, il Presidente della Provincia, Dr.Kutufà, che non ha rinunciato ad una simpatica provocazione diretta al Vescovo, sul compito, che anchela Chiesaha, di creare una coscienza di fondo sul tema dell’evasione fiscale.

La risposta di Mons. Giusti è stata, come sempre, chiara ed alta. Nel ricordare che Paesi cattolici come l’Austria sono modelli di correttezza fiscale, si è poi portato sul campo dell’etica politica e sulla necessità di formare una classe dirigente che faccia sempre più della trasparenza il primo requisito. E’ seguito un rapido affondo pastorale in tema di giustizia sociale e pietà cristiana “La Chiesavede come positiva e stimolatrice di progresso la proprietà privata, ma vede su tutto la priorità dell’uomo e dei suoi bisogni”. L’etica universale è entrata così, irrompendo, come anticipazione del tema da svolgere.

Il Colonnello Lipari ha iniziato quindi la conduzione della conferenza tratteggiando e svolgendo il tema con letture, proiezioni e commenti personali, in una Sala e un uditorio che scopriva man mano informazioni fondamentali e chiarificatrici, in un attento e coinvolto interesse.

L’argomento ha previsto percorsi storici e filmati in progressione cronologica, che, accompagnati da dichiarazioni di statisti importanti e economisti illuminati, tessevano una trama che univa  la necessità e l’utilità del pagamento delle tasse con l’operato in merito della GdF.

Ma ciò che è più interessato all’oratore e che è riuscito a trasmettere al pubblico, è stata l’inscindibile legame che collega il dovere civico con la percezione di aderire, con tale espletamento, a un  compito di vera appartenenza alla società.

Accanto a questo, la preoccupazione professionale e personale di preparare il personale della Gdf nel modo migliore per affrontare tutte le situazioni che possano verificarsi nello svolgimento del compito richiesto, in prima istanza il rapporto col cittadino, nei momenti di confronto sul campo, con attenzioni comportamentali di alta professionalità.

Si sono altresì rivelate illuminanti le citazioni di personalità che hanno diffuso questo dovere etico, di cui molte di estrazione cattolica, da S.Agostino al Beato Toniolo a diversi Pontefici, a riprova di un dovere che trova nell’intimo di un nobile convincimento la sua essenza più vera.

Gli interventi che hanno seguito la relazione del Colonnello, in particolare quello del Prefetto di Livorno e l’atteggiamento del pubblico hanno mostrato un coinvolgimento e un convincimento sul tema,  di non comune partecipazione, vero riconoscimento al relatore della serata.

E’ indubbio che assieme alla trattazione del tema, sia  risultata tratteggiata anche l’immagine attuale del Corpo della GdF, in una luce di modernità e professionalità, che costituiscono il miglior viatico per sperati miglioramenti della nostra società e che costituiscono motivo di rassicurante fierezza per il comune cittadino. Ci è d’obbligo sottolineare che la lusinghiera immagine del Corpo che scaturisce da questa conferenza è certo frutto del  lavoro costante dei suoi operatori, ma è rappresentata in modo eccellente da chi vive questo impegno con passione e appartenenza come il Comandante Lipari, che trasmette tutto questo con  riconosciuto stile e  schietta personalità.

Marco Creatini  

 

 

Tags: , , , , , ,

Comments are closed.