Spinillo Vice Presidente Cei da Aversa: fede e dono

ott 23rd, 2012 | By | Category: Distretti e Club

“La fede: dal dono alla ricerca”, il tema nazionale del Serra Italia, è stato sapientemente illustrato dal Vescovo di Aversa, S.Ecc. Mons. Angelo Spinillo invitato all’inaugurazione dell’anno sociale del  Serra club di Aversa, il 17 ottobre .  “La fede della Chiesa, ovvero di noi che, per il battesimo abbiamo la grazia di appartenere a Cristo, di noi che per l’ascolto della Parola di Dio e per la celebrazione della sua salvezza nei sacramenti siamo costantemente chiamati a vivere ogni tempo della nostra vita in comunione con la sua eternità, è la fede propria del chicco di frumento che si abbandona fiducioso nelle mani di chi lo raccoglie come un frutto prezioso e poi lo lancia incontro alla terra perché in essa germini nuova abbondanza di vita. Certamente la raccolta del frutto è come un momento di giubilo, di gioia che contempla il mistero abbondante della grazia della vita. La fede è il riconoscere che tutto ci viene da Dio e che, come ha fatto Gesù, nelle sue mani vogliamo affidare la nostra vita, lasciando che sia Lui, che sia la sua Provvidenza a lanciarci nelle realtà e nelle circostanze in cui essere chiamati a donare la vitalità di cui Egli ci ha voluto partecipi.”

Se la fede è il dono ricevuto con il battesimo, la ricerca della fede è il cammino che ogni credente si prefigge per entrare nel mistero dell’Incarnazione di quel Dio che si è fatto uomo per la nostra salvezza. Quanti di noi sono consapevoli del dono ricevuto? Quanto la nostra indifferenza o, meglio, la nostra trasandata accettazione dei rituali della fede, che scadono spesso a devozionismo, alimentano la sete di sapere, di conoscere la storia dell’uomo attraverso la lettura della Bibbia? Il S.Padre Giovanni XXIII indisse 50 anni fa un nuovo Concilio poiché comprese l’esigenza di ripresentare con nuovi strumenti comunicativi i valori eterni della nostra fede: la rivoluzione della liturgia, l’inserimento dei laici nella vita della Chiesa, l’apertura al dialogo interreligioso furono i capisaldi della nuova dottrina, quella della quale noi ci siamo nutriti fin da piccoli, ascoltando la Parola di Dio e pregando con i fedeli  dinanzi alla mensa eucaristica. Il Vescovo ha invitato alla rilettura dei documenti conciliari, a ripensare la nostra fede come “il programma della vita quotidiana”, non una sovrastruttura, bensì la sorgente della nostra gioia!

“Questa fede, il vivere nella fede e cercare la fede come un dono vitale, come la moneta caduta nel pavimento della casa e cercata dalla donna smuovendo tutti i mobili della sua casa, come la perla preziosa acquistata dal mercante a prezzo di tutte le altre sue perle, come ci narra Gesù nelle parabole evangeliche, questa fede deve poter essere come la porta attraverso cui si entra in un modo nuovo e diverso di contatto con la realtà.” Nella sala della Pinacoteca del Seminario Vescovile di Aversa, in un silenzio assorto, gli amici serrani hanno potuto gustare la relazione di Mons. Spinillo che, in modo lieve e nel contempo dotto, ha tracciato un excursus di cinquant’anni della Chiesa universale, talora riportando simpaticamente aneddoti della sua giovinezza.

La presidente Rosanna Martino ed il direttivo hanno accolto tanti amici, autorità civili, il Sindaco e, con particolare gioia, il Governatore del Distretto 72 Giovanni Sapia  ed Ugo La Cava, membro del CNIS, alla cui presenza sono stati accolti i nuovi soci. Nella cappella, durante la S.Messa concelebrata dal Vescovo, dal Rettore del Seminario e dall’intera equipe educativa, è stata elevata la preghiera delle vocazioni: i tanti seminaristi hanno gioito della nostra presenza e, con viva commozione, ed altrettanta sincerità si sono augurati di diventare “buoni sacerdoti serrani”!

Una serata all’insegna della fede e della cultura, tra amici solidali che manifestano in più occasioni il gradimento delle attività serrane cui  abbiamo augurato  “buon Anno della fede”!

Maria Luisa Coppola

 

 

Tags: , , , ,

Comments are closed.