Grazie, Rettore Martini !

set 14th, 2012 | By | Category: Primo Piano

«In questo momento sono diviso tra il rammarico per ciò che lascio e la gioia per ciò che mi attende. Riprendendo l’immagine di Ezechia, nel libro di Isaia, avverto anch’io che la mia tenda è stata arrotolata e portata via troppo presto!
Ma sono grato per ciò ho ricevuto e mi ha arricchito nel corso di questa permanenza alla Gregoriana: tanto, da tutti, professori e studenti»
 (Discorso di commiato dalla Gregoriana, 28 gennaio 1980)

Martini, giovane Rettore del Pontificio Istituto Biblico, con papa Paolo IV, che lo nominerà Rettore della Pontificia Università Gregoriana il 18 luglio 1978 per il triennio 1978-1981

Con queste parole “Padre” Martini come allora era chiamato  salutava la sua Università, nella quale era stato studente, docente e infine Rettore. Era il 29 dicembre 1979, appena pochi giorni prima,  il 15 dicembre Papa Giovanni Paolo II si era recato in visita alla Gregoriana accompagnato da Padre Arrupe, Preposito Generale della Compagnia.

La nomina arcivescovile del Magnifico Rettore era già stata decisa, e gli sarebbe stata comunicata solo il 17 dicembre.
Le cronache Universitarie appuntano: «Qualcuno forse si meraviglierà che un gesuita, impegnato con un voto speciale a rifiutare ogni dignità ecclesiastica, a meno che non ne abbia ricevuto espresso ordine formale dal Papa, sia stato nominato arcivescovo di una delle più importanti sedi italiane, che ha dato in questo secolo due Papi (Pio XI e Paolo VI).  Rispondiamo solo che il P. Martini ha ubbidito a un espresso ordine di Giovanni Paolo II.

La Gregoriana e la Compagnia di Gesù, pur nella profonda gratitudine a Sua Santità per questa prova di stima, sentono di aver fatto un reale sacrificio  per il bene della Chiesa in generale, di quella italiana e ambrosiana in particolare».
Carlo Maria Martini nacque a Torino il 15 febbraio 1927, entrò nella Compagnia di Gesù adiciassette anni (25 settembre 1944), compì gli studi di Filosofia nello studentato dei gesuiti di Gallarate (Milano), e quelli di Teologia nella facoltà teologica di Chieri, dove venne ordinato sacerdote il 13 luglio1952, a soli 25 anni tratto non usuale per un gesuita.

Specializzatosi in Teologia Fondamentale presso la Pontificia UniversitàGregoriana negli anni 1956-59 aveva conseguito il Dottorato in Teologia per la sua tesi, diretta da P. Dhanis:  «Il problema storico della Resurrezione negli studi recenti.
Lo stato attuale della questione del problema storico-critico della Resurrezione di Cristo alla luce degli studi e dei metodi recenti», 1959).
Dopo alcuni anni di insegnamento nella Facoltà di Chieri, ritornò a Roma per laurearsi in Scrittura al Biblico (summa cum laude per la sua tesi, diretta da P. Lyonnet: «Il problema della recensionalità del codice B alla luce del papiro Bodmer XIV», 1966).
Insegnò Teologia Fondamentale nella Facoltà Teologica di Chieri (1959-62) e Introduzione generale alla Sacra Scrittura nel Pontificio Istituto Biblico a partire dal 1962.
Decano della Facoltà di Scrittura del Biblico, ne divenne giovane Rettore dal 1969 al 1978.

In quegli anni rivestiva inoltre i ruoli di membro della Pontificia Commissione biblica, della Commissione per i Rapporti Religiosi per l’Ebraismo e della Pontificia Commissione per la neo Volgata, nonché editore del Nuovo Testamento Greco (Merk) quale membro del Comitato Interconfessionale della Edizione Critica, iniziativa promossa dalla Società Biblica Internazionale.

Rettore della Pontificia Università Gregoriana da appena un anno, Martini riceve il Beato Giovanni Paolo II presso la nostra Università: è il 15 dicembre 1978. papa Wojtyla e stato eletto da appena due mesi

Il 18 luglio 1978 Papa Paolo VI lo nominò Rettore della Gregoriana per il triennio 1978-1981, succedendo al P. Carrier. Quello stesso anno Paolo VI lo aveva invitato a predicare il ritiro annuale in Vaticano. Oltre che per la preparazione scientifica, P. Martini era infatti apprezzato per l’originalità dei suoi volumi sugli esercizi spirituali, che univa la luce scritturistica alla fedeltà al modello ignaziano tradizionale.

Come Rettore diede un notevole impulso all’Istituto Biblico, curandone il rinnovamento anche materiale, come l’inaugurazione della sala conferenze detta “Paolina”, in omaggio al munifico benefattore Paolo VI  e si fece apprezzare alla Gregoriana per la sua capacità di creare un sincero clima di collaborazione fra professori e studenti.
Già in quegli anni predicava corsi di esercizi ai professori presso Frascati, e venne invitato a farlo ancora una volta nel2005, in occasione del 450° anniversario di fondazione del Collegio Romano.

 

 

 

fonte : http://www.fondazionegregoriana.org

 

I Mercoledì alla Gregoriana – Ciclo di lezioni pubbliche

Riprendendo una tradizione dell’Università, si offrono nuove occasioni di approfondimento per coloro che desiderano una riflessione profonda sulla fede e sulla vita cristiana;
le lezioni pubbliche sono rivolte a tutti e contemporaneamente vorrebbero anche offrire un’occasione di dialogo tra coloro che partecipano alla vita della Università, un tempo più ampio e gratuito di riflessione comune.

PROGRAMMA Quest’anno si aggiungono quattro appuntamenti – I mercoledì delle arti – che affiancano le riflessioni con proposte poetico-musicali.
Il tema scelto per l’anno accademico 2012-2013: “Le sfide alla fede, le sfide della fede”, in sintonia con l’Anno della Fede, indetto da Papa Benedetto XVI, è particolarmente significativo per coloro che desiderano affrontare e riflettere sulle sfide della fede e alla fede del nostro tempo, secondo il programma seguente:

1

17 ottobre

Una fede che sfida ed è sfidata

2

31 ottobre

Di fronte all’indifferenza

3

14 novembre

La sfida del linguaggio

Arti

21 novembre

La “lingua” della musica e della poesia per dire la fede (orario: 20,00 – 22,00)

4

28 novembre

Tra l’irrazionale e le emozioni

5

12 dicembre

Davanti alla malattia e alla sofferenza

Arti

19 dicembre

La musica e la poesia parlano della fede al cuore (orario: 20,00 – 22,00)

6

9 gennaio

Scienza e fede: vie comuni di dialogo

7

23 gennaio

Pensare l’origine

8

6 febbraio

Considerare la fine della vita

Arti

20 febbraio

La musica e la poesia che parlano della fede alla ragione (orario: 20,00 – 22,00)

9

27 febbraio

Fede e giustizia

10

13 marzo

Di fronte alla povertà

11

27 marzo

La sfida dell’ecologia

Arti

10 aprile

La musica e la poesia che parlano della fede al mondo intero (orario: 20,00 – 22,00)

12

17 aprile

Vivere la pluralità

13

8 maggio

Le richieste di una democrazia viva

Le conferenze, gratuite ed aperte a tutti, si svolgeranno il mercoledì, ogni 15 giorni, dalle ore 18:00 alle 20:00 nel I e nel II semestre.
I mercoledì delle arti: dalle 20:00 alle 22:00.
Ogni ulteriore informazione può essere richiesta tramite il link di seguito:

http://www.unigre.it/struttura_didattica/CFC/specifico/contatta_ua_it.php
Responsabili: P. Sandro Barlone, SJ – Prof.ssa Stella Morra

 

Comments are closed.