“Se qualcuno ha tardato… non si vergogni della sua lentezza”

mag 21st, 2012 | By | Category: Pastorale Vocazionale

Dalla liturgia della Chiesa Orientale prendiamo una bella preghiera che canta la redenzione piena : anche chi sa di essere stato freddo, lontano, può aggiungersi senza timore alla schiera di quelli che cercano l’Amore del Signore:

Il cardinal Ravasi

Ogni uomo fedele e amico di Dio

Gioisce per questa bella e luminosa solennità.

Se qualcuno ha tardato fino all’ora nona,

s’accosti senza esitare.

Se è giunto solo all’undicesima ora,

non si vergogni della sua lentezza,

perché il Signore è generoso e riceve l’ultimo come il primo.

Fa misericordia a quello e colma di grazia questo.

Primi e ultimi, ricevete la ricompensa!

Voi che avete digiunato e voi che non l’avete fatto, oggi gioite!

Gioite del banchetto della fede.

Nessuno deplori la sua povertà,

perché il Regno è giunto per tutti.

Nessuno si lamenti delle sue colpe,

perché il perdono è sorto dal sepolcro.

Cristo è risorto dai morti,

primizia di quelli che si sono addormentati.

Cristo è risorto ed ecco che regna la vita.

(da: Ravasi “Preghiere”)

Comments are closed.