La benedizione nella famiglia

dic 28th, 2011 | By | Category: Pastorale Vocazionale

Già all’inizio della creazione una benedizione speciale è riservata all’uomo e alla donna: “Dio li benedisse e disse loro: Siate fecondi e moltiplicatevi” (Gen 1,28). Perciò si può dire giustamente: “La Sacra Scrittura e la pratica tradizionale della Chiesa vedono nelle famiglie numerose un segno della benedizione divina e della generosità dei genitori” (CCC, 2373).

Con il sacramento del Matrimonio i genitori cristiani ricevono il potere e il compito di benedirsi a vicenda e di benedire i figli che Dio ha donato loro. Se questo avviene regolarmente e con fede – o la mattina appena alzati, o prima di uscire di casa, o la sera prima di dormire -, questa benedizione imprime tutta l’atmosfera della famiglia, diviene una fonte di grazia, di unità e di pace e contribuisce a iniziare i figli alla bellezza della fede cristiana sin dalla loro infanzia.

La benedizione che i genitori dispensano ai figli, e particolarmente anche la benedizione occasionale di un sacerdote che visiti la famiglia, è un mezzo prezioso di educazione religiosa, se viene amministrato e ricevuto in un’atmosfera di rispetto: “Dalla grazia del sacramento del Matrimonio, i genitori hanno ricevuto la responsabilità e il privilegio di evangelizzare i loro figli. Li inizieranno, fin dai primi anni di vita, ai misteri della fede dei quali essi, per i figli, sono ‘i primi annunziatori’. Li faranno partecipare alla vita della Chiesa fin dalla più tenera età. I modi di vivere in famiglia possono sviluppare le disposizioni affettive che, per l’intera esistenza, costituiscono autentiche condizioni preliminari e sostegni di una fede viva” (CCC, 2225).

Anche la preghiera e la benedizione dei pasti fanno parte delle semplici forme espressive della fede, di grande significato nella vita quotidiana della famiglia, e che ne marcano essenzialmente l’atmosfera: “Dopo aver eseguito il nostro lavoro, il cibo resta un dono del Padre nostro; è giusto chiederglielo rendendogli grazie. Questo è il senso della benedizione della mensa in una famiglia cristiana” (CCC, 2834).

La benedizione è un dono grande e bello. Cerchiamo di dispensarlo e di riceverlo in un atteggiamento di fede e di rispetto. La benedizione è come un vincolo spirituale che ci lega all’amore del Sacro Cuore di Gesù, ci fortifica nell’unità della Chiesa, la grande Familia di Dio, e ci conduce all’adorazione di Dio: “Santo, santo, santo è il Signore degli eserciti” (Is 6,3).

___________________________________________________________________________________

A cura di p. Hermann Geissler FSO – Per gentile concessione della Famiglia spirituale “L’Opera” – Agenzia Fides

Tags: , ,

Comments are closed.