Un viaggio culturale, uno straordinario interclub

ott 19th, 2011 | By | Category: Apertura

Il Club di Aversa s’ incontra con quello di  Altamura e di Matera

Occhi un po’ assonnati per la sveglia piuttosto anticipata, ma sereni, pieni di aspettative  per l’ inizio di una due giorni nelle terre della Murgia, ricchissime di storia antica, di gioielli architettonici, di reperti paleontologici,  riconosciuti patrimoni dell’ umanità. La cinquantina tra soci e loro amici   di Aversa, con l’ amata  guida spirituale di Mons. Stefano Rega,  aveva riempito, sabato 8 ottobre, il pullman che li avrebbe portati come prima tappa a Castel del Monte, uno straordinario edificio federiciano del XIII sec., dalle originalità strutturali, dai  misteriosi simbolismi di natura astronomica, astrologica, matematica, geometrica, un castello sui generis, privo delle tipicità di un castello dell’ epoca,  privo di elementi per così dire militari, da cui l’ inevitabile fascino  del mistero che ti prende, muovendoti nelle sue stanze, tra le grandi torri ottagonali, dove il numero “otto” è  una costante nei vari ambiti strutturali e architettonici.

Una colazione nella località e poi, via, ad Altamura.. Il lettore “serrano” avrà avuto un certo fremito di sorpresa: ma non è la “patria” del nostro Presidente nazionale, Donato Viti? Bravi, è proprio così! Il “Vulcano”delle Murge,  Viti, e il “Vulcano”dell’ Aversano,  Maria Luisa Coppola, si sono  parlati e ne è venuto fuori, come in titolo, un Interclub Altamura – Matera – Aversa che, se ci fate caso, dà origine all’ acronimo “AMA”. E  con amore ci hanno accolto gli amici serrani dei due club, una vicinanza gioiosa e premurosa, con un programma di grande valore culturale, di ampio spettro storico, scientifico, sociale. Il Museo Paleontologico nel quale, con un’ affascinante visione multimediale, si è vista la straordinaria scoperta dell’ “Uomo di Altamura” (Homo arcaicus) totalmente integro e quindi unico al mondo e il Museo Etnografico, uno spaccato storico della vita di questa deliziosa  cittadina pugliese che l’ amico Viti, che unisce in sé l’ autorevolezza dell’ uomo intelligente e dinamico con lo spirito irruento ed effervescente del ragazzo, il tutto calato nell’ amore per Gesù (che miscela!), ha mostrato con orgoglio, nei suoi panorami bellissimi,  nelle sue angolazioni architettoniche e urbane. La S. Messa nella duecentesca  Cattedrale, celebrata da Don Stefano e accompagnata da una dotta illustrazione della Prof. ssa Tragni, è stato il momento spirituale e di comunione cristiana.  Nella bella conviviale serale erano proprio in tanti gli amici del Distretto 73, i presidenti di Altamura, Mastrovito, e di Matera, Lucrezia Carlucci, accompagnati da alcuni soci dei due Club e da don Giacomo cappellano del club di Altamura .

Matera, altra straordinaria antichissima cittadina,  ci ha accolti, domenica 9, con altrettanta cordialità e efficienza organizzativa, con la visita preceduta da un’ interessante notazione storica dei Sassi, nella quale gli amici serrani del Club locale, con in testa il Past. Gov. Cocca e la Presidente Carlucci, ci hanno amorevolmente guidati  in questo che è uno dei luoghi più suggestivi e singolari, con gli scenari d’integrazione tra natura geologica e insediamenti urbani, con le Chiese rupestri dallo straordinario fascino.

Non c’è che dire: un bellissimo esordio per la nuova “gestione” del Club di Aversa,  per  la nuova Presidente, Rosanna Martino, unanimemente apprezzata e per l’ “incontenibile” Maria Luisa Coppola.-

Alberto Alfano

Tags: , , , , , , , , , ,

Comments are closed.